Opera Rotary Club Sessa Aurunca

pro_loco_cascano_gallicanum

WhatsApp Image 2018-11-12 at 23.08.56WhatsApp Image 2018-12-15 at 15.47.28

OPERA DONATA DAL ROTARY CLUB DI SESSA AURUNCA

REALIZZATA DAL MAESTRO FULVIO VELLONE

Cascano lì, 16 Dicembre 2018

Il Rotary Club di Sessa Aurunca venne fondato il 04 Maggio 1977 con la successiva affiliazione al Rotary International del 28 Giugno 1977 (Consegna della Carta del Governatore Pasquale Pastore).

I promotori del sodalizio furono: Avv. Giuseppe Irace, Avv. Luigi Falco e l’Ing. Renato Perillo. Il Club abbracciò, sin da subito, un vasto territorio composto da 19 comuni con una estensione territoriale di circa 880 kmq. Il Rotary Club di Sessa Aurunca è divenuto negli anni,  punto di riferimento di imprenditori, professionisti, artigiani e non solo dell’intero territorio, abbracciando anche il mondo delle arti, quello ecclesiastico e delle attività commerciali.

Ha da sempre, con orgoglio, portato avanti numerose istanze culturali, sociali e di servizio, distinguendosi per costanza, qualità delle iniziative ed armonia interna. La sua sede, ad oggi,  è allocata in Sessa Aurunca presso l’Hotel San Leo. L’impegno per lo sviluppo culturale della nostra amata terra si concretizza anche con questa iniziativa: investire nella conservazione degli antichi mestieri di Cascano, del rilancio dell’artigianato e nella promozione turistico-culturale.

Rotary Club di Sessa Aurunca a.r. 2018\19

Presidente – Avv. Alberto Verrengia
Vice Presidente – Arch. Vincenzo Guadagno
Segretario – Dott. Biagio Di Tora
Tesoriere – Dott. Gianluca Matarese
Prefetto – Prof. Mariolina Cresce
Past President – Ing. Italo Calenzo
Presidente Incoming – Dott. Giuseppe Di Caprio
Consigliere – Dott. Salvatore Ruosi
Consigliere – Dott. Laura Passaretti
Consigliere – Dott. Rodolfo Grella
Consigliere – Imp. Giovanni Capezzuto

Contatti :

http://www.rotarysessaaurunca.com/
https://www.facebook.com/Rotary-Sessa-Aurunca-505745712941255/
https://www.rotary.org/it
https://it.wikipedia.org/wiki/Rotary_International
https://www.endpolio.org/it

Il Rotary nel Mondo

“Il Rotary è un associazione mondiale di imprenditori, artigiani e professionisti, di entrambi i sessi, che prestano servizio umanitario, che incoraggiano il rispetto di elevati principi etici nell’esercizio di ogni professione e che si impegnano a costruire un mondo di amicizia e di pace”.
Il Rotary è soprattutto AMICIZIA e SERVIZIO.
Il servizio e l’amicizia -o almeno il suo riferimento ideale- sono i pilastri e la stessa ragione d’essere del Rotary. Sono valori che si sostengono a vicenda, che si alimentano a vicenda, proprio perché l’amicizia si costruisce con la volontà di convivenza buona e generosa e il servizio è la concretezza con cui si può esprimere la responsabilità sociale.
Lo scopo del Rotary
Scopo del Rotary è incoraggiare e sviluppare l’ideale del “servire” inteso come motore e propulsore di ogni attività.
In particolare esso si propone di:
1 promuovere e sviluppare relazioni amichevoli tra i propri soci, per renderli meglio atti a servire l’interesse generale;
2 formare ai principi della più alta rettitudine la pratica degli affari e delle professioni; riconoscere la dignità di ogni occupazione utile a far sì che essa venga esercitata nella maniera più degna quale mezzo per servire la società;
3 orientare l’attività privata, professionale e pubblica dei singoli al concetto del servizio;
4 propagare la comprensione, la buona volontà e la pace fra nazione e nazione mediante il diffondersi nel mondo di relazioni amichevoli fra gli esponenti delle varie attività economiche e professionali, uniti nel comune proposito e nella volontà di “servire”.

La nascita del Rotary

Il Rotary nacque la sera del 23 febbraio 1905, quando Paul Harris, allora giovane avvocato di Chicago, si incontrò con tre amici per discutere un’idea che da tempo lo assillava: dar vita ad un club di persone di differenti professioni, organizzando incontri regolari all’insegna dell’amicizia, per trascorrere un po’ di tempo in compagnia e allargare le conoscenze professionali.
Quella sera, assieme a Paul Harris, c’erano Silvester Schiele, commerciante di carbone, Gustavus Loehr, ingegnere minerario e Hiram Shorey, sarto. Si riunirono presso l’ufficio di Loehr, in Derarborn Street 127, in un edificio, l’Unity Building, che esiste ancor oggi a Chicago. Da quella riunione cominciò a realizzarsi dea di un club maschile dove ogni socio rappresentava la propria professione. Le riunioni si svolgevano settimanalmente, a turno presso l’ufficio o a casa dei vari soci.
Era, questo, un sistema di rotazione che aveva lo scopo di far conoscere a ogni socio l’attività degli altri e che portò poi Harris a chiamare il suo sodalizio: Rotary.
I quattro soci fondatori erano di discendenza nazionale diversa (americana, tedesca, svedese e irlandese) ed appartenevano anche a fedi religiose diverse (protestante, cattolica ed ebraica). Erano un prodotto di quel grande crogiolo che era ed è l’America e, sotto questo aspetto, costituivano i progenitori più adatti a dar vita a quel grande movimento internazionale che sarebbe poi diventato il Rotary International.

SOCI FONDATORI

  • AKESSON LARS
  • ARTEMISIO FRANCO
  • BARBARINO BENIAMINO
  • BRONGO EUGENIO
  • CAVALLI GIOVANNI
  • COMPASSO FRANCO
  • CONZALES ANTONIO
  • CORBO IGINO
  • CROSTA CARLO
  • D’AUSILIO MARIO
  • DE ANGELIS CARLO
  • DI GIOVANNI RAFFAELE
  • FALCO LUIGI
  • GIRFATTI FRANCO
  • GRECO UBALDO
  • GRELLA VINCENZO
  • IANNIELLO FRANCESCO
  • IRACE GIUSEPPE
  • MACARONE PALMIERI CARLO
  • MAZZARELLA MARCELLO
  • NASTI ELIO
  • PERILLO RENATO
  • ROZZERA TARCAGNOTA BENEDETTO
  • SASSO UMBERTO
  • TOMMASINO FERNANDO
  • VITIELLO TOMMASO

WhatsApp Image 2018-12-13 at 16.23.35

WhatsApp Image 2018-12-13 at 16.23.36